Google+

domenica 28 dicembre 2014

I 10 migliori libri letti nel 2014

Il 2014, che volge al termine, è stato un anno per me lunghissimo: denso di avvenimenti e di letture, e che letture! Ho contato 72 libri letti quest'anno, moltissimi sono classici che ho amato moltissimo. Risulta difficile stilare una top ten, cercando di non limitarmi solo ai mostri sacri della letteratura: sarebbe riduttivo.
Vediamo di provarci: ne metto appunto dieci, ma in ordine sparso e di getto.

La melodia di Vienna - Ernst Lothar (questo è decisamente il numero 1!)
Sonata a Kreutzer - Lev Tolstoj
Il malinteso - Irene Némirovsky
Oblomov - Ivan Goncarov
L'Avversario - Emmanuel Carrère
Padri e figli - Ivan Turgenev
L'amica geniale - Elena Ferrante (facciamo che la tetralogia vale per uno, dai!)
La confessione - Mario Soldati
La montagna incantata - Thomas Mann
Viola Foscari - Tea Ranno

Tre contemporanei su dieci: non male! Restano fuori, ma solo perché mi sono promessa di metterne solo dieci, Forte come la morte, Dalla parte di Swann, La fiera della vanità e La famiglia Karnowski.


Concludo augurandovi un 2015 pieno di splendide letture: per me spero che sia, da questo punto di vista, all'altezza del 2014!

4 commenti:

Mimma Zizzo ha detto...

Tranne la Ferrante tutti gli altri persi! Devo recuperare .... Sopratutto il primo !!!

Little Miss Book ha detto...

Anch'io sono alle prese con i preferiti: domani pubblico la mia lista. Posso dire che ho lasciato fuori la Ferrante (con sofferenza) perché chi legge il mio blog odia me e lei.

Paola ha detto...

L'ho letto anni fa, ma Oblomov mi è piaciuto molto.

Giulia Chevron ha detto...

@Miss Book:Nooo, povera Ferrante. Effettivamente c'è chi la ama e chi la odia. Però perché odiare anche te?

@Mimma: non te ne pentirai!

@Paola: sono contenta, è un gran libro.